servizi

una gamma completa di
trattamenti e servizi
per riequilibrare il tuo corpo

rieducazione
spalla

studio Fisio specializzate nel trattamento della spalla è possibile ricreare il giusto equilibrio e ripristinare la corretta funzionalità.

La rieducazione funzionale della spalla e' un'articolazione molto complessa ed è spesso soggetta a patologie di vario genere, grazie alle fisioterapiste dello studio Fisio specializzate nel trattamento della spalla è possibile ricreare il giusto equilibrio e ripristinare la corretta funzionalità. Essendo la spalla un'articolazione molto mobile spesso i traumi sono associata a
LUSSAZIONE della testa dell'omero, per questa patologia le nostre fisioterapiste dopo un'accurata e dettagliata valutazione muscolare e articolare, tratteranno il paziente con delle mobilizzazioni ed esercizi specifici e in un secondo tempo indicheranno la corretta serie di esercizi da svolgere a domicilio in modo da ricreare i giusti equilibri muscolari.
LA CUFFIA DEI ROTATORI è costituita del tendine del sottoscapolare, del sopraspinato, del sottospinato e del piccolo rotondo, contribuisce attivamente alla stabilità dell’articolazione gleno-omerale. Una diminuzione dello spazio di scorrimento tra omero e acromion può creare la cosiddetta “SINDROME DA CONFLITTO” in questa patologia è di fondamentale importanza centrare e ad abbassare la testa dell’omero. Le mobilizzazioni manuali della fisioterapista e gli esercizi di rinforzo specifici, rappresentano il primo approccio ad una patologia da conflitto di grado lieve e risultano utili ad attenuare la sintomatologia dolorosa in chi non deve sostenere un intervento chirurgico.
Altra patologia molto frequente è la TENDINOPATIA CALCIFICA caratterizzata da una sintomatologia dolorosa e molto intensa. Le piccole calcificazioni possono essere trattate con le onde d’urto mentre I depositi maggiori di 10 mm. sono destinati solitamente ad intervento chirurgico. In presenza di dolore il paziente tende a limitare il movimento della spalla. Questo atteggiamento antalgico favorisce la formazione di aderenze che limitano in maniera marcata i movimenti della spalla determinando un quadro di SPALLA CONGELATA. In tali condizioni risulta fondamentale il il terapista, che con consigli e mobilizzazioni adeguate, può aiutare il paziente al recupero completo del movimento.

Rieducazione posturale
Mézières

Incentrata sull’ individuazione del comportamento in catena della muscolatura lordosante,.

il Metodo Mézières è una tecnica riabilitativa individuale ad approccio globale che, attraverso il ripristino della simmetria corporea, permette il recupero funzionale. Incentrata sull’ individuazione del comportamento in catena della muscolatura lordosante, la quale essendo la più “forte” della catena muscolare anteriore determina l’esagerazione della curve sagittali. La causa di questa esagerazione delle curve fisiologiche sagittali, è da ricercarsi nella “retrazione” della catena muscolare posteriore che si comporta come unico muscolo; partendo dalla testa e arrivando fin sotto ai piedi. Il campo di interesse è quello della patologia ortopedica:
  • Vertebrale (scoliosi,iperlordosi, ipercifosi, dorso curvo,compensazione dei dischi intervertebrale e relative radicolopatie ,sciatalgia,cervico brachialgie etc).
  • Articolare (artrosi, periartrite scapolo-omerale, coxoartrosi, etc).
  • Muscolare (lombalgia,torcicollo,mialgie,etc).
  • Dismorfica (lussazione temporo-mandibolare, scapole alate, ginocchia vare o valghe, piede piato o cavo, alluce valgo,etc).

rieducazione posturale
Souchard

tecnica riabilitativa che pone l'attenzione sulla funzione muscolare statica responsabile degli atteggiamenti posturali errati.

La rieducazione posturale globale, più frequentemente designata con le sue iniziali RPG, è una tecnica riabilitativa che pone l'attenzione sulla funzione muscolare statica responsabile degli atteggiamenti posturali errati. Attraverso l'utilizzo di posture attive e sfruttando le contrazioni eccentriche di diverse catene muscolari, la RPG si pone lo scopo di contrastare il meccanismo patologico che produce retrazioni muscolari, determinando così un controllo equilibrato di tutto il corpo.
La nostra fisioterapista RPGista grazie a questa tecnica globale può valutare e trattare tutti gli elementi del corpo che influenzano negativamente la postura come strabismo oculare, problemi mandibolari legati alla mal occlusione o bruxismo, inoltre è in grado di trattare problemi strutturali di deviazione della colonna vertebrale come la scoliosi, il dorso curvo, l'ipercifosi, l'iperlordosi, ginocchia vare e valghe, piedi piatto e cavo. Inoltre ha un'ottima azione sui problemi respiratori dovuti ad una meccanica di funzionamento alterata. L'RPG è una tecnica dolce e progressiva che può essere applicata sia a bambini che adulti.

linfodrenaggio
vodder

E' il metodo internazionalmente riconosciuto come il più efficace per il trattamento di edemi, stasi linfatica, sinusite e in genere tutti quei gonfiori dovuti a un'insufficiente sistema di drenaggio.

E' il metodo internazionalmente riconosciuto come il più efficace per il trattamento di edemi, stasi linfatica, sinusite e in genere tutti quei gonfiori dovuti a un'insufficiente sistema di drenaggio. Il Linfodrenaggio è una massaggio con ritmo molto lento Le manovre vengono fatte con una pressione molto superficiale, in quanto si lavora sui capillari linfatici che sono molto fragili, sottili come seta. A differenza del linfodrenaggio “classico” che viene usato solo a livello estetico,il “Linfodrenaggio metodo dott. Vodder” ha la caratteristica di poter essere applicato anche in particolari casi, è un trattamento fisioterapico che aiuta a ripristinare le normali dimensioni di una zona del corpo resa edematosa in seguito a:
  • Insufficienza cardiaca e renale cronica (gonfiore viso e arti inferiori)
  • Post mastectomia e asportazione di linfonodi( arto superiore)
  • Edema da stazione eretta
  • Edema da vita sedentaria
  • Edema da gravidanza
  • Allergie stagionali Sinusiti
  • Post-traumatici Contusioni Distorsioni

metodica
Kabat

metodo con un ampio ventaglio di applicazione terapeutica.

Questa tecnica si basa sulla facilitazione neuromuscolare propriocettiva resa possibile da movimenti contro una resistenza secondo traiettorie diagonali e a spirale, é un metodo che ha un ampio ventaglio di applicazione terapeutica, principalmente utilizzata nel nostro studio per il trattamento di paralisi facciali, ma anche per lesioni muscolari di origine periferica, e potenziamento muscolare.

metodica
mckenzie

È una tecnica riabilitativa di diagnosi e trattamento meccanico dei disturbi muscoloscheletrici. La terapia meccanica si basa principalmente sull'educazione del paziente e sull'autotrattamento.

È una tecnica riabilitativa di diagnosi e trattamento meccanico dei disturbi muscoloscheletrici. La terapia meccanica si basa principalmente sull'educazione del paziente e sull'autotrattamento. L'efficacia della terapia dipende dall'accuratezza della diagnosi meccanica, che si avvale della raccolta della storia del disturbo ponendo opportune domande al paziente. Si cerca di trovare un sintomo guida che serve come riferimento. Eventuali controindicazioni alla terapia meccanica vengono esplorate. Alla fine della diagnosi il disturbo viene classificato o come dolore infiammatorio (non meccanico) oppure come dolore meccanico (sindrome posturale, sindrome da disfunzione, sindrome da derangement). Il trattamento meccanico si basa sul mantenimento di posture corrette e sulle esecuzione di esercizi specifici per trattare i disturbi causati da cause di tipo meccanico. Questi esercizi sono individuali per ogni paziente, poiché i problemi meccanici variano da individuo ad individuo. Il terapista esperto nel Metodo McKenzie potrà prescriverli dopo una accurata valutazione del caso clinico. Gli esercizi, se eseguiti correttamente, a poco a poco comportano una sensibile diminuzione del dolore ed aumento del ROM (range of movement). Il dolore dalle zone più "periferiche" del corpo, tornerà più vicino alla colonna vertebrale (centralizzazione), fino a scomparire gradualmente. Il trattamento secondo McKenzie punta sul coinvolgimento e la partecipazione attiva del paziente per la risoluzione dell'episodio in corso, e soprattutto gli fornisce i mezzi per prevenire le ricadute. Oltre le patologie della colonna vertebrale, il terapista McKenzie è in grado di risolvere i disturbi sia delle articolazione degli arti superiori ed inferiori (spalla congelata, gomito del tennista, meniscopatia ecc.).

disfunzioni
cranio-mandibolari

I muscoli e l'apparato stomatognatico entrano in gioco nell’equilibrio posturale e quando sono in disfunzione provocano vari disturbi nella funzionalità masticatoria

I muscoli e l'apparato stomatognatico entrano in gioco nell’equilibrio posturale e quando sono in disfunzione provocano vari disturbi nella funzionalità masticatoria, dolore in tutta la zona del viso, mal di testa, tensione muscolare ai muscoli masticatori, disarmonia occlusale, rumori articolari durante la fase di apertura e chiusura o veri e propri blocchi con riduzione nell'apertura e chiusura della bocca. Grazie a questa tecnica che prevede un'attenta valutazione la fisioterapista può trattare questi disturbi attraverso delle manovre specifiche in decompressione e riposizionamento articolare, manovre di allungamento muscolare ed esercizi e tecniche di recupero funzionale . Sono tutti movimenti finalizzati al recupero del giusto equilibrio e della corretta funzione masticatoria, vengono eseguiti sotto attento e diretto controllo della fisioterapista e successivamente il paziente impara a mantenere i risultati raggiunti continuando autonomamente con degli esercizi da eseguire a domicilio.

terapia
tecar

una nuova tecnologia in grado di attivare all’interno dell’organismo i naturali processi autoriparativi

Attraverso questa terapia strumentale è possibile agire in profondità in modo non invasivo attraverso una nuova tecnologia in grado di attivare all’interno dell’organismo i naturali processi autoriparativi a vantaggio di risultati rapidi e stabili nel tempo. Con questo nuovo strumento, si può trasferire energia biocompatibile in grado di stimolare intensamente i tessuti attivando in modo fisiologico tutti quei sistemi deputati a portare ossigeno e nutrimento dove è necessario e a eliminare più velocemente i cataboliti infiammatori che causano dolore.
É possibile stimolare in modo naturale, localizzato e modulabile il sistema emolinfatico. In sostanza catalizza e supporta le reazioni fisiologiche che il nostro organismo compirebbe naturalmente per rimetterci in sesto, potenziandole. In questo modo tutti i processi dedicati alla riduzione dell’infiammazione e del dolore vengono decisamente accelerati.
Inoltre la tecnologia Tecar, partendo dalla diagnosi medica, permette al fisioterapista di personalizzare i trattamenti sulla base della risposta tissutale, che di volta in volta, seduta dopo seduta, modificandosi, darà indicazioni della propria condizione.

onde
d'urto

onde acustiche prodotte da appositi generatori (ilitotritori), ed in grado poi di propagarsi nei tessuti.

sono onde acustiche prodotte da appositi generatori (ilitotritori), ed in grado poi di propagarsi nei tessuti, in sequenza rapida e ripetuta. Sono caratterizzate da una particolare forma d'onda, che le differenzia dagli ultrasuoni e che, nel suo complesso, è responsabile degli effetti biologici positivi applicabili in campo terapeutico. A livello microscopico, la stimolazione con le onde d'urto è paragonabile ad una sorta di "micro-idromassaggio" profondo sui tessuti e sulle cellule, in grado di indurre queste ultime a reagire positivamente, con produzione di sostanze ad azione antinfiammatoria e di fattori di crescita, che stimolano la rigenerazione dei tessuti stessi. La terapia ad onde d’urto, è utilizzabili su numerose patologie, non è invasiva, non necessita di anestesia e quando utilizzata da personale specializzato è priva di effetti collaterali. Ogni sessione di trattamento dura circa 10 – 15 minuti. La maggior parte delle patologie richiedono circa 6 trattamenti con una frequenza che va da 5 a 10 giorni di distanza.

Le applicazioni più comuni sono:
  • Epicondilite – gomito del Tennista
  • Epitrocleite – gomito del golfista
  • Sindrome del bordo tibiale – infiammazione causata da sforzi e strappi muscolari negli sportivi
  • Pubalgia
  • Fascite plantare, sperone calcaneare, – dolore al piede
  • Tendinopatica calcifica della spalla
  • Dolori muscolari (contratture e stiramenti)

taping
neuromuscolare

tecnica di facilitazione neuromuscolare e attivazione analgesica endogena che favorisce la rimozione della congestione circolatoria

Consiste nell'applicazione di un tape adesivo elastico e colorato, che favorisce l’attivazione dei processi di autoguarigione del corpo attraverso la stimolazione estero-propriocettiva e del sistema neurovegetativo, è una tecnica di facilitazione neuromuscolare e attivazione analgesica endogena che favorisce la rimozione della congestione circolatoria, il controllo della fatica muscolare, la funzione muscolare, il sostegno articolare, la funzione psicologica e il miglioramento della performance atletica. Va sempre associato a terapie manuali.